Epilazione laser in gravidanza: ecco come stanno le cose

Il tema della possibilità di effettuare un trattamento di epilazione laser sulle donne incinte è delicato. Cerchiamo di chiarirlo in queste righe.

Il periodo della gestazione è sicuramente molto importante nella vita di una donna.

Avvengono diversi cambiamenti in un lasso di tempo relativamente breve, non solo a livello psicologico ma anche fisico.

Durante questa fase le donne non vogliono assolutamente rinunciare alla cura del proprio corpo, anzi sentono un particolare bisogno di sentirsi belle e curate.

Questa temporanea condizione non interrompe necessariamente alcuni trattamenti abituali come quello dell’epilazione, ma se in questo momento sei incinta è possibile che ti stia chiedendo come procedere a riguardo.

Magari ti è venuto da chiederti pure se durante la gravidanza sia possibile intraprendere un trattamento di epilazione laser.

Si tratta di un quesito che tante donne incinte si pongono e cercheremo di darti una risposta.

L'epilazione laser in gravidanza è sicura per il feto?

Cos’è l’epilazione laser?

L’epilazione laser è una pratica di rimozione progressiva e graduale dei peli superflui sempre più in voga.

Le motivazioni di questo grande successo sono principalmente queste:

  • è indolore;
  • non è invasiva;
  • i suoi risultati sono duraturi.

Il procedimento con cui si attua consente di debellare in maniera costante e spesso definitiva la peluria in qualsiasi zona del corpo senza rischi né effetti collaterali.

Ma come avviene esattamente?

Premesso che per una buona riuscita è fondamentale rivolgersi a strutture specializzate e certificate che utilizzano strumentazioni di qualità, il metodo è molto semplice da spiegare.

Il laser produce un fascio di luce impostato su una lunghezza d’onda adeguata al tipo di pelo da trattare. La melanina presente nel pelo attira questo fascio e conduce il calore prodotto direttamente fino alla radice, il bulbo pilifero.

Seduta dopo seduta, il bulbo e le cellule che danno vita ai peli vengono indebolite per inibirne la crescita, fino ad una scomparsa definitiva fino all’80% nelle zone trattate.

I risultati migliori e più duraturi sono comunque strettamente legati ad una corretta valutazione delle casistiche e ad un programma di mantenimento protratto anche dopo il trattamento principale di epilazione laser.

Leggi anche: Ceretta VS laser? Abbiamo un vincitore!

Il laser durante la gravidanza: il parere degli esperti è chiaro.

Bene, ora che sai cos’è l’epilazione laser e come agisce entriamo nello specifico della tua situazione.

Medici e scienziati sono tendenzialmente dello stesso avviso e suggeriscono di evitare questo tipo di trattamenti in gravidanza, sia per la salute del feto sia per preservare quella della madre.

Tanto per cominciare questa fase è ricca di turbolenze “ormonali” che potrebbero causare reazioni negative della pelle della donna che vi si sottopone.

Oltretutto la pelle risulta molto più sensibile e perciò predisposta a bruciature o a cambiamenti di pigmentazione dovuti agli ormoni alterati, il che può causare situazioni problematiche e inestetismi come le macchie.

Un altro fattore di rischio dell’eseguire l‘epilazione laser quando si è incinte è costituito dalla spiccata sensibilità dei capillari. Questi potrebbero rompersi facilmente e agevolare la formazione delle vene varicose.

Ma l’aspetto sicuramente più importante è quello della salute del bambino. In tal senso la scelta più saggia è quella di evitare di esporre il feto a qualsiasi tipo di luce, onda magnetica, radiazione o impulso elettrico.

In seguito a tutte queste considerazioni, avrai certamente capito che il suggerimento degli esperti è quello di rimandare a dopo l’allattamento.

ragazza incinta pensa all'aepilazione laser in gravidanza

Depilarsi in gravidanza: perché evitare la ceretta e le creme.

Dato che l’epilazione laser è un discorso da accantonare temporaneamente e rimandare a quando il tuo pupo sarà nato, vediamo come è meglio procedere con la depilazione fino a quel momento.

Tra i metodi definiti tradizionali, quello più idoneo allo stato di gravidanza è sicuramente il rasoio.

Anche se gli effetti e la durata sono i più brevi in assoluto infatti, la rasatura è il metodo meno invasivo e che evita eventuali problemi per una futura epilazione laser.

Da bocciare la ceretta e le creme depilatorie.

La prima infatti è molto traumatica e su una pelle più sensibile del normale (come lo è durante la gestazione) potrebbe portare più facilmente a bruciature o alla rottura dei capillari, anch’essi molto più delicati.

Lo stesso discorso vale per le creme depilatorie, che per via delle componenti chimiche e talvolta aggressive in esse presenti, possono esser causa di lesioni cutanee, irritazioni e arrossamenti.

Leggi anche: Laser viso & peli scuri: questo ciò che le estetiste non ti dicono

In conclusione.

Se sei una donna incinta che proprio in questo bellissimo periodo della vita ha avuto l’dea di sottoporsi all’epilazione laser, ora sai che la cosa migliore da fare è godersi la dolce attesa e rimandare i tuoi propositi.

Un’altra cosa che dovresti sapere è che una volta passato il lieto evento, quando deciderai di fare questo passo è opportuno rivolgersi a dei professionisti.

Laserhouse, centro specializzato in epilazione laser a Milano, annovera un team altamente professionale sempre disponibile ad aiutare chi vuole liberarsi definitivamente dei peli superflui.

Contattaci se hai curiosità o vuoi una consulenza coi nostri esperti. E nel frattempo…

Buona gravidanza!

blank

Seleziona la sede più comoda per te per ottenere le indicazioni per raggiungerci o telefonarci.

video1

La tua pelle non ne può più di cerette e rasoi?
Sei stufa di perdere tempo con la depilazione?

Epilazione Definitiva

Epilazione Definitiva

Grazie a 20 anni di esperienza medicale e le migliori tecnologie avrai ottimi risultati.

Grazie a 20 anni di esperienza medicale e le migliori tecnologie avrai ottimi risultati.

L'estetica con esperienza medicale

Giorni
Ore
Minuti